Promuove le Culture del Mondo

PERIODO: 2008 – ad oggi

PARTNERS: Apus Graph Ediciones – Università di Genova

La ricerca multidisciplinare a Mayantuyacu ha origine da un rilievo storico architettonico sulle architetture cerimoniali delle malocas, le case comuni. Il rilievo fotografico dell’architettura e della configurazione del paesaggio ha consentito di identificare le persistenze degli spazi sacri e la loro periodica rievocazione negli eventi cerimoniali, che costituiscono l’evento centrale della trasmissione di una cosmovisione e di una relazione stabile e armonica con il paesaggio naturale.

Questa nozione allarga il campo a un’analisi che include il paesaggio culturale generato dalle tradizioni mediche, architettoniche e artistiche integrato da elementi naturali come l’assetto geomorfologico, la rete idrica e la rete biotica. Lo studio delle acque, la fitotassonomia, l’analisi degli spazi e delle morfologie costruttive, la tradizione medica e quella musicale diventano così osservabili contemporaneamente negli aspetti terapeutici, geoidrici, antropologici e simbolici.

Dal 2012 il progetto di Mayantuyacu si inserisce nel quadro di un’iniziativa più vasta in collaborazione con l’Università di Genova e il Centro Italiano Studdi Andini e Amazzonici di Lima per definire una metodologia di studio sull’antropologia della salute a partire dalla biosfera e dai sistemi di cura, con l’obiettivo di consolidare una Cattedra Unesco e una rete Uniwin in accordo con le relative Cattedre del Politecnico di Milano e dello IULM di Milano.

Vedi il “Progetto Cattedra Unesco”