Promuove le Culture del Mondo

PERIODO: 2011 -ad oggi

Spedizione 2014

COLLABORATORI: GABRIEL GBOGBO, medico beninese rappresentante di una ong locale,  FABIOLA BUCCOLIERI e MONICA PLEBANI, volontarie italiane.

L’ area operativa è stata la laguna dove sorge Ganvier, una citta di capanne su palafitte, di 30.000 abitanti, senza un medico, e altri due villaggi lagunari Agueguè e Aimniophide.
Sono state eseguite due escursioni sulla terra ferma, sempre per curare i malati, nel villaggio di Kpossegan, verso nord, e nel villaggio di Depakamey, dove è nato il dr. Gbogbo, vicino a Ouidah.
Sono stati visitati e curati circa 500 malati, il dr. Gbogbo ha anche effettuato estrazioni dentarie,
è stato migliorato l’arredamento del dispensario di aimniophide, costruito due anni fa, ed è stato donato il materiale per costruire un nuovo ambulatorio medico nel villaggio di Agueguè.
E’ stato offerto vario materiale medico, tra cui camici, apparecchi elettronici per la pressione, una bilancia per pesare i neonati, occhiali da vista, bastoni per non vedenti, test per la diagnosi rapida della malaria, farmaci essenziali e il mio libro di educazione sanitaria illustrato a fumetti.
Inoltre sono stati donati vestiti, scarpe per bambini, giocattoli, materiale scolastico, sportivo e strumenti musicali tradizionali a tre corali locali. Infine e’ stata rinnovata la borsa di studio semestrale al dr. Gbogbo che, come in passato, si impegnerà a tornare ogni 15 giorni in questi villaggi lagunari, dando continuità al progetto.
Il dr. Lo Curto ringrazia tutti coloro che hanno reso possibile questa spedizione , ispirata alle parole del dr. Albert Schweitzer, premio nobel per la pace: “Devi dedicare del tempo al tuo prossimo: anche se è una cosetta da niente, fa qualcosa per gli altri, qualcosa per cui non ricavi alcun compenso, se non il privilegio di farlo“-

Spedizione 2016

COLLABORATORI i:  GABRIEL GBOGBO, rappresentante di una ong locale.
L’ area operativa e’ stata la laguna dove sorge Ganvier, una città di capanne su palafitte, di 30.000 abitanti, senza un medico, e altri due villaggi lagunari Aguegue’ e Aimniophide.
Abbiamo anche fatto una escursione sulla terra ferma, sempre per curare i malati, nel villaggio di Depakamey, dove e’ nato il dr. Gbogbo, vicino a Ouidah. Abbiamo visitato e curato circa 300 malati, il dr. Gbogbo ha anche effettuato estrazioni dentarie, abbiamo offerto farmaci essenziali, materiale medico: apparecchi elettronici per la pressione,test per la diagnosi rapida della malaria e il mio libro di educazione sanitaria illustrato a fumetti. In particolare e’ stato costruito un nuovo ambulatorio dedicato alla memoria di un amico fraterno spentosi nel 2015 per un male incurabile. Inoltre e’ stata donata una piroga all’associazione delle donne del mercato sull’acqua di ganvier.

Le spedizioni umanitarie continuano ancora oggi, trovate tutti gli aggiornamenti in tempo reale alla pagina https://www.facebook.com/aldolc?fref=ts che Aldo Lo Curto cura direttamente dalle sue missioni.

 

Spedizione 2016/2017